template

martedì 5 luglio 2011

Magia???

Probabilmente avrò scoperto l'acqua calda  ma...ve lo voglio dire ugualmente.
Chissà...forse c'è ancora qualcuna che non se ne è accorta o che non lo sa!

Dunque...vi ricordate quando, a scuola, usavamo le penne Replay?
Bene...ora alle elementari vanno di moda le Frixion. Ci sono di tanti colori e si cancellano in modo fantastico...nessun segno sul quaderno! L'unico svantaggio è che durano veramente poco (solo alle mie principesse ci vuole una ricarica alla settimana?????)
Tempo fa lessi da qualche parte che si potevano usare anche per segnare la stoffa e con un lavaggio in acqua fredda il segno spariva totalmente.
Mi ero ripromessa di provare ma ancora non ne avevo avuto occasione.
In genere utilizzo una semplice matita (che all'occorrenza si riesce anche a cancellare) ma spesso il tratto è talmente chiaro e sbiadito che fatico a seguirlo mentre ricamo.
Ieri pomeriggio, mentre riordinavo la scrivania delle suddette principesse, ho trovato una penna rossa ed una blu...abbandonate.
"Ora provo" mi son detta.
Ho preso uno scarto di stoffa ed ho fatto uno scarabocchio blu ed uno rosso. In effetti la penna scorra bene sulla stoffa,  il segno è bello nitido e preciso (troppo nitido per sparire completamente...ho pensato), perfetto per uno stitchery,  per segnare il trapunto, per quadrettare una tela da ricamare o semplicemente per marcare la stoffa.
Ma uno scarabocchio è semplice da disegnare!!!  Volevo provare a fare un disegno più dettagliato ma il mio scarto di stoffa era un pochino (tipo post-centrifuga ahahahahahahha) stropicciato. Attacco il ferro e lo appoggio alla stoffa.
MAGIA!!!!  Lo Scarabocchio è sparito. COMPLETAMENTE!!!!!!
Ma il ferro da stiro non dovrebbe fissare i colori (come le macchie)????????
Beh...l'inchiostro (o quello che è) della frixion, semplicemente...svanisce.
Naturalmente ho riprovato armata di macchina fotografica.
 Dopo aver passato il ferro da stiro!


Ho scoperto l'acqua calda????? Se sì, pazienza. Per me è stata una scoperta a dir poco fantastica!!!!
Buona serata

34 commenti:

  1. non so se per le altre è acqua calda ma per me (che sono della generazione repaly) è una notizia utilissima :)
    Grazie

    RispondiElimina
  2. In effetti per noi è...magia!!!
    Abbiamo i figli grandicelli e all'epoca della prima elementare utilizzavano le replay (poco però perchè le maestre non volevano...)
    Domani andremo in cartoleria a cercare le Frixion (proprio sconosciute) perchè siamo curiosissime!!!!

    Baciii
    Cri&Anna

    RispondiElimina
  3. Adoro la Pilot!.. ma la linea Frixion non la conoscevo proprio.
    Sì, per me è come se tu avessi scoperto l'acqua calda al tempo dei Flintstones e... gli stessi offrendo anche l'impianto nuovo compreso di vasca idromassaggio!!!
    aaaaahahahhahahahahhahahahhah!!!
    Quanto ti ringrazio?... un bel pò, credimi!
    Adesso voglio subito le Frixion e mi servono tutti i colori!!! :)))

    RispondiElimina
  4. è una scoperta sensazionale !!
    non l' avevo mai sentita, io uso ancora le matite acquarellabili ( per il terrore che mi rimangano brutti segni sul tesssuto..
    Sonia

    RispondiElimina
  5. ...grande Mem! Ci provo anch'io!
    Grazie
    Mati

    RispondiElimina
  6. Fantastico! Da provare! Ma tu come fai quando la stoffa è scura e non si può lavorare in trasparenza?

    RispondiElimina
  7. L'ho sempre detto che hai qualcosa di magico!!
    Le cercherò e le proverò. Grazie! :D

    RispondiElimina
  8. grazie per la soffiata....le frixion non le conoscevo proprio!!!!!!!un suggerimento di immenso valore:vediamo se le conosce anche la cartoleria del mio paese(mi viene male solo a pensare di chiedere,forse e' meglio andare direttamente a Udine ahahaha)
    sei un tesoro ciao Ale

    RispondiElimina
  9. Come sono felice che questa "soffiata" sia stata utile!!!

    Pepe, se il tessuto proprio non traspare lo ricopio a mano libera con una matita bianca. So che ci sono dei fogli di carta carbone chiara apposta per questo ma non l'ho mai cercata. Altro metodo, se il disegno non è molto complicato, è bucherellare il foglio lungo le linee da riportare e poi passarci sopra il gessetto in modo che la polvere lasci una scia sul tessuto sottostante e poi lo ripassi con una matita chiara (un tantino macchinoso:)).

    Ale, io le trovo al supermercato, dal tabaccaio e in cartoleria. Smack

    RispondiElimina
  10. Sì, Mem... parli della tecnica dello "spolvero".
    La usava anche Leonardo.

    I metodi per riportare un disegno prestabilito su una superficie sono tantissime.
    poi dipende dal disegno, dalla superficie... etc.

    Ma tornando a noi, io utilizzo, a seconda dei casi,anche la penna bianca della Pilot, Choose!
    Dipendentemente dal tipo di tessuto, a volte non è facile tracciare le linee in modo scorrevole (per esempio sul pile), ma basta fare dei puntini vicini con la stessa penna.
    Questo per dire che il colore bianco si vede su una stoffa scura, ma sinceramente non ho testato se la Choose si cancella con il lavaggio (non avendone avuto necessità, devo ancora farlo).

    RispondiElimina
  11. fantastico!!!!! assolutamente cercherò la frixion!!!!
    ho sempre usato la carta carbone tradizionale ma è poi difficile da fare andar via e ho saputo che la carta carbone da ricamo è troppo chiara.
    grazie mille laura!!!!!

    RispondiElimina
  12. Magnifico vado subito a cercare le frixion, non le avevo mai sentite nominare, io uso sempre le Prym Acqua-Trickmarker che vanno via con l'acqua, ma oltre a lasciare un segno non troppo sottile e di colore azzurro, solo azzurro, non sono neanche tanto economiche.
    Grazie per la dritta, non per niente sei Magicamente Mem
    Ciao Graziella

    RispondiElimina
  13. Io proprio non lo sapevo...tra l'altro, non avendo figli scolari, tutte le penne (a parte le bic) sono delle sconosciute :) Grazie per l'informazione

    RispondiElimina
  14. io non sapevo nemmeno esistessero ;) sabato vado in cartoleria a cercarle ;)

    RispondiElimina
  15. fantastico...io non le conoscevo....e le mie penne con inchiostro che svanisce...le avevo ordinate addirittura in uk

    RispondiElimina
  16. Sapevo che erano ottime sui tessuti ma che sparissero con il ferro proprio no, grazie Laura. Beh io sono avvantaggiata visto che le vendo....

    RispondiElimina
  17. Ciaooooooo!!! Siamo in due ad aver scoperto l'acqua calda... grazie per la preziosa informazione!!! Volo in cartoleria a prenderla!!!
    Come te la passi? Qui abbastanza bene... tanto caldo, la pancia aumenta e soffro!
    Bacioni
    Fede

    RispondiElimina
  18. ciao, accidenti non lo sapevo, anzi a dirla tutta non conoscevo nemmeno queste penne. grazie per averlo scritto, mi sa che corro al super o il cartoleria a comprarle!!
    grazzzie
    un abbraccio
    Paola

    RispondiElimina
  19. Ma prego!!!

    Che senso tenere per se una "scoperta" del genere? Non si tratta neppure di una scoperta, visto che la penna è in commercio ed il ferro da stiro lo abbiamo tutte...e non sarò stata di sicuro la prima ad essersi accorta di questa cosa!!!!
    Certi discorsi proprio non li capisco!!!!

    ...scusate ma sono stata "rimproverata" (ho preso della scema) perchè ho reso pubblica la notizia.

    "Dovevi tenertela per te! Perchè vuoi facilitare o velocizzare il lavoro di altri? Potrebbero trarne vantaggio in qualche modo."

    E ALLORA?? Personalmente ho imparato un sacco di cose grazie alla rete e a chi ha condiviso spiegazioni e piccoli trucchi.
    Ok. Mi fermo qui altrimenti il discorso diventa lungo.

    RispondiElimina
  20. Sono senza parole...mi viene in mente solo un calcolo matematico:
    1 + infinite persone = infinite opportunità
    1 + se stesso = sempre e solo se stesso

    RispondiElimina
  21. Si, Maria Teresa,
    ma...
    "chi fa da sè fa per 3".

    E poi "aiutati che Dio ti aiuta" e
    “al contadino non far sapere quanto è buono il formaggio con le pere”.

    “Cambiano i suonatori, ma la musica è sempre quella”.

    RispondiElimina
  22. Certo, c'è pro e contro in tutte le cose ma, personalmente, preferisco guardare i pro...il bicchiere mezzo pieno.

    E' anche vero che ho letto diverse volte di foto di lavori e tutorial altrui spacciati per propri (anche rivenduti traendone profitto).
    Il rischio c'è sempre e comunque.

    Sarebbe bello che chiunque prelevasse un tutorial free da nostri blog lasciasse un segno del proprio passaggio anche solo con un semplice "Ciao" ma sappiamo benissimo che questo non accade.
    Cosa dovremmo fare allora? Smettere di condividere?

    Io, grazie al blog, ho conosciuto tante persone: alcune di passaggio, altre più assidue...alcune sono diventate amiche (anche con la A maiuscola :))♥)... ed è a loro che penso quando scrivo qualsiasi cosa!!!

    RispondiElimina
  23. E' così anche per me.
    Condivisione sempre, senza se e senza ma!

    Infatti, a parte il comportamento deprecabile di chi utilizza il lavoro altrui per trarne profitto in vari modi, io dico che non ha alcun senso la NON condivisione.
    Condividendo il proprio sapere, confrontandosi con le altre persone, anche quando sembra che queste non ci possano insegnare nulla che già non sappiamo, si muove il pensiero e quindi il sapere.
    Poichè il sapere non è fatto solo da nozioni da accumulare, e chi questo non lo comprende non ha poi molto da imparare.
    Di certo il suo sapere è sterile, si esaurisce presto e distoglie l'attenzione da ciò che più dovrebbe interessare: creare.
    Creare perchè si ha qualcosa da dire.

    RispondiElimina
  24. Grazie Mem! Avrai anche scoperto l'acqua calda ma per me questa informazione è utilissima.
    Vorrei fare un cuscino capitoné come ne ho fatti altri e devo segnare la stoffa. Sulla stoffa chiara uso un lapis ma sulla stoffa scura non sapevo come fare. Sai per caso se esistono queste biro magiche anche in bianco? Grazie

    RispondiElimina
  25. Grazie!!!!!
    Per me le tue sono scoperte super!!!! io di queste pennette non ne sapevo niente e le comprero' sicuramente!
    utilissime se hanno il tratto sottile!!!
    grazie MEM!!!!

    RispondiElimina
  26. Grazie Lory...condivido in pieno!!!!

    Laura, credo che bianca non esista...però per i capi scuri potresti provare l'evidenziatore giallo sempre fixion cancellabile. Con questo non ho provato anche perchè non ce l'ho e quindi...non so se il giochino con il ferro da stiro funziona lo stesso:)))

    Vania, il tratto è come quello di una normale penna a sfera.
    Bacio

    RispondiElimina
  27. Grazie Mem, cercherò.
    Sono daccordo con te con il fatto di condividere: è bellissimo! Anche io ho imparato tanto dalla rete e continuo ancora ad imparare... ed anche questo è bellissimo.

    RispondiElimina
  28. Laaaauuuraaaa, io sono rimasta alle Replay, non sapevo esistessero queste altre penne; grazie della segnalazione :)
    Bacioni.

    RispondiElimina
  29. Laura, se trovi e provi l'evidenziatore, fammi sapere se funziona :)))

    Lory, quando la tua principessa andrà a scuola sarà un passo avanti agli altri bimbi...già fornita di frixion ahahahahah

    RispondiElimina
  30. Non ci voglio nemmeno pensare; già mi prende male a sapere che a settembre Sara comincerà l'ultimo anno di asilo ... l'ultimo anno, di già! :(((((((((((

    RispondiElimina
  31. ciao Laura , conosco queste penne per via di Jessica , scrivono molto bene ,sai che si possono comperare le ricariche ?? così costano un pò meno .
    il fatto che si possono usare anche sulla stoffa nn lo sapevo !! grazieeeeeeeeee per il consiglio è sempre utile . un bacio

    RispondiElimina
  32. Prego MarisaIo le sto usando tantissimo :)))

    RispondiElimina