template

sabato 27 marzo 2010

Calendar quilt: marzo

Ho 2543 cose da fare e sistemare ma, visto che siamo quasi alla fine del mese, volevo postare il mio mese: marzo.

Come anticipato, è diverso sia da gennaio che da febbraio: 31 pezzetti di stoffa per un marzo pazzerello. E' un crazy patch?? Boh!

Sembrano pezzi cuciti insieme a casaccio ma non è così! Per usare un numero preciso di stoffine e riuscire a fare una striscia della stessa identica (quasi) lunghezza di gennaio e febbraio, un po' ci ho dovuto pensare. Armata di matita e carta (lunga 120cm) ho disenato, cancellato, ri-disegnato, ri-cancellato !!!!!

Vorrei applicare un bell'ombrellone aperto ma per il momento non ho trovato la stoffina che si adatti bene a tutti i colori che ci stanno intorno.


Ora devo studiare aprile. C'è tempo ma intanto comincio a pensarci.

venerdì 26 marzo 2010

1° anno di blog

Eccomi qui a Festeggiare il mio primo anno di blog, con la F maiuscola.

Come prima cosa vorrei ringraziare tutte voi che avete contribuito a far crescere questo angolino microscopico, nell'immenso mondo del web.
Non avrei mai immaginato di essere seguita da così tante persone: GRAZIE
Ogni visita ed ogni vostro commento, incitano ad andare avanti e creare cose nuove.
Ed ora passiamo all'estrazione del blogcandy.
Ho chiuso la lista ed estratto la vincitrice con qualche ora d'anticipo per il semplice fatto che domenica (o al massimo lunedì) parto per una decina di giorni e le cose da sistemare in casa sono tantissime.
Non avrei avuto il tempo di tagliare e piegare tutti quei nomi con il relativo commento: AVETE PARTECIPATO IN TANTISSIMEEEEE...BEN 103!

Dunque...la vincitrice è...

Katy del blog Cose di Katy.
Grazie, ancora una volta, a tutte le partecipanti!
Katy, mi manderesti via email il tuo indirizzo?
Alla prossima ragazze!!!
Aah!!!! Dimentivao!!!!!
Felice e serena Pasqua a tutteeeeeeeeeeeeeeeeeeee

giovedì 25 marzo 2010

Borsetta da bimba

Lavoretto veloce veloce del dopocena.

Mi sarei dovuta mettere a cocettare ma al momento di tirar fuori gli "arnesi", ho cambiato idea.

Due pezzi di pannolenci, uno fuxia e uno rosa chiaro, un po' di pizzo, ago e filo in tinta, due bottoni ed ecco che è nata questa borsetta.

Molto presto arriverà tra le mani di una bimba di quattro anni e mezzo.

Spero che per almeno una decina di minuti ne sia contenta.

sabato 20 marzo 2010

Una borsa tutta mia

E' giunta l'ora di svelare il mistero.

L'ho appena finita e mi piace un sacco. Finalmente ho anch'io una borsa per portare in "trasferta" i miei lavoretti.

Credo proprio sia il primo lavoro pensato e studiato solo per me ed è la prima borsa seria che faccio (probabilmente anche l'ultima!!).

Ho copiato spudoratamente il lavoro di Cathy: spero tanto che non se ne offenda ma appena ho visto quella borsa..beh...colpo di fulmine?
Non sarà perfetta ma ne vado fiera.

giovedì 18 marzo 2010

Per forbici e spilli

Finalmente, oggi sono riuscita a tornare ad un'ora decente dal lavoro.
Nel breve tragitto lavoro-casa, mi ero mentalmente fatta una bella tabella di marcia per il pomeriggio: pranzo (alle 14.30 al posto delle solite 15.30/16.00), rifare i letti, un minimo di riordino nel caos di casa e, tra un compito di matematica ed uno di italiano di 1^ e 2^ elementare, attaccare il ferro da stiro e dimezzare il K2.
I miei buoni propositi sono però miseramente crollati al momento di attaccare il ferro da stiro! Voglia...sottozero!!!
Così, ho tirato fuori una stoffina e del pannolenci ed ho cominciato a tagliuzzare.

Un'amica mi ha chiesto un favore ed io ho iniziato con qualche "prova di trasmissione".
L'idea l'ho presa da qui: ci sono cose carinissime! Era un link di quelli che avevo perso ed ora...l'ho ritrovato!

giovedì 11 marzo 2010

Patchwork o crocette? Il Memcrosspatch

Tanti e tanti anni fa, ho lavorato anche a maglia e con l'uncinetto;
poi è "arrivato" il punto croce e le crocette non mi hanno più lasciata, seppure in buona compagnia con feltro, pannolenci, cucito creativo e un po di cartonaggio.

Chi mi conosce, mi segue o passa a trovarmi saltuariamente, si sarà accorta che negli ultimi mesi, ha fatto capolino in "casa Mem" un'altra straordinaria forma d'arte: il patchwork.
Lo ammetto: questa cosa mi attira un sacco.
Mi sono buttata provando piccoli progetti venuti, tutto sommato, passabili.

Poi, un giorno imprecisato del mese scorso, i miei neuroni si devono essere un tantino ingarbugliati (troppi progetti creativi tutti insieme) e ne è uscita una nuova idea.
Più ci pensavo e più mi sembrava naturale, elementare, scontata, forse bella e...fattibile.
"Ci devo provare" mi sono detta.

Così, mi sono messa a cercare, tra il milione di schemi a punto croce, quello adatto, della dimensione giusta, dai pochi colori e che mi piacesse ed ho iniziato...a tagliare la stoffa.
Si, non ho sbagliato a scrivere!!!

Ho tagliato 1155 quadratini di stoffa di 6,5x6,5 cm, per cucire uno schema a punto croce.

Martedì ho iniziato a cucire qualche quadretto, seguendo lo schema.
Per il momento sono arrivata fino a qui. Cosa uscirà fuori?????

Ed ora, una richiesta a tutte le quilter:
- Questo tipo di lavoro ha un nome?
- Ci sono lavori patchwork eseguiti seguendo schemi per le crocette?
- E' una stupidata o può avere un senso tutto questo?
- E' forse un'"eresia" mescolare così le cose?
Io, intanto, proseguo, poi si vedrà se buttare o tenere.

martedì 9 marzo 2010

La mia finestra sul mondo: 4^ ed ultima tappa




Eccoci giunte alla 4^ ed ultima tappa de "La mia finestra sul mondo".
Questo è il blocco finito e trapuntato della 3^ tappa.








Passiamo ora a lavorare sulla tenda e sulla mantovana.
Anche per questa i modelli sono infiniti, basta lavorare un po di fantasia.
Per quella che ho fatto io, vanno scelte due stoffine in tinta o usare la stessa per diritto e rovescio della tenda.
Tagliare 2 triangoli rettangoli (speculari) dai due tipi di stoffa (4 pezzi in tutto): un cateto della lunghezza del blocco finito, l'altro cateto, circa 3/4 della larghezza del blocco.







Sovrapporre le stoffe diritto contro diritto e cucire i tre lati, lasciando una piccola apertura per poter risvoltare la tenda.





Tagliare gli angoli, risvoltare e dare una bella passata con il ferro caldo per appiattire il più possibile le cuciture.




Cucire lungo l'ipotenusa e il cateto della lughezza una passamaneria, un nastrino o del pizzo per abbellire la tenda.





Ripiegare la stoffa su se stessa, formando delle piegoline ed appuntarle con gli spilli.










Prendere un pezzetto di nastro in tinta, un po' più lungo rispetto alla larghezza del blocco, posizionarvi le tende plissettate (facendo delle prove sul blocco con la finestra per trovare la distanza giusta) e cucire le tende al nastro.







Passiamo ora alla mantovana. Disegnare la forma della nostra mantovana su un foglio, ritagliare e riportare la sagoma su un pezzo di cartone.







Con la stessa stoffa della tenda, rivestire il cartoncino. Un po di colla stick è sufficiente (evitare la colla a caldo che fa un po di spessore se non viene stesa in modo perfetto).
Con la sagoma che ho scelto io, bisogna ricordarsi di fare dei taglietti nella stoffa per farla aderire meglio dove ci sono le curve.






Incollare un pezzetto della stessa passamaneria o nastrino della tenda, sulla mantovana...





...e, sempre con l'aiuto della colla (va bene anche la colla a caldo), fissare alla mantovana il nastro con la tenda, dopo aver ripiegato i bordi laterali.





Incollare un nastrino alla mantovana...





...e fissarla al blocco con la finestra con un filo di colla a caldo.




Il progetto del miniquilt è terminato.
Spero di essere stata chiara con le spiegazioni e che vi siate divertite nella realizzazione della finestra sul mondo!!!!

Ps: Sarei felice di poter pubblicare le foto delle vostre finestrelle.


La finestra di Anna di La radura Incantata

La finestra di Alessia di Il mio blogghino

La finestra di Laura di A grande richiesta

La finestra di Alessandra di Pasticci di fantasia

La finestra di Sylvia di Cucito Creativo

lunedì 8 marzo 2010

8 marzo

8 marzo, solo perchè non sapevo che nome dare a questo post.
Nessun augurio o festeggiamento anche se mi sono regalata la Gardenia dellAISM
Ormai la giornata internazionale della donna è diventata solamente una festa commerciale e questo NON mi piace, quindi...passiamo ad altro.
Ieri ho ricevuto un premio da Laura (Che Birba) che ringrazio con tutto il cuore.
La regola dice che a mia volta dovrei dedicare questo premio ad altri 12 blog ma non sono proprio brava in queste scelte: come si fa?????
Ho trovato!!! Dedico questo premio a tutte coloro che si sentono creative nell'anima.
Come ultima cosa, ma non meno importante, mi sono iscritta al candy di Renata che festeggia il suo primo anno di blog. Poteva fare un blog Candy normale??? Nooooooo!! Curiose?? Andate a dare un'occhiata.

venerdì 5 marzo 2010

Il regalo del mio blogcandy

...o meglio, il contenitore del regalo. Essendo un "compliblog" una bella torta mi pareva ci stasse bene.

All'interno ci sarà del materiale creativo, ma questo rimarrà una sorpresa.
Per chi volesse partecipare, c'è tempo fino al 26 marzo.
Basta lasciare un commento nel post del blogcandy.

martedì 2 marzo 2010

La mia finestra sul mondo: 3^ tappa

3^ tappa del mini-quilt "La mia finestra sul mondo".

Questa settimana sarà dedicata al trapunto del blocco e alla cucitura del binding.
Alla fine della tappa precedente, abbiamo preparato e imbastito il sandwich: top, imbottitura e fodera.

Nella fase successiva, va deciso il disegno del trapunto.
Ci sono una gamma infinita di possibilità: dipende tutto dal gusto personale.
In questo caso, visto la dimensione contenuta e la volontà di lasciare inalterata la rappresentazione della finestra, ho deciso di seguire semplicemente il disegno del top con una trapuntatura di definizione.
La cucitura a mano del trapunto, si esegue a punto filza (punti corti e regolari). L'ago viene spinto perpendicolarmente dall'alto verso il basso e viceversa.
La trapuntatura di definizione viene generalmente usata per lavori in cui si desidera che i pezzi di tessuto patchwork risultino più in rilievo della trapuntatura. I punti vengono cuciti nel solco che unisce due pezze di patchwork con un filo in tinta.
Questa, la mia finestra quiltata.

Passiamo ora alla rifinitura del blocco.
Esistono diversi modi per rifinire un lavoro: ripiegando il bordo del top sul retro oppure la sua parte posteriore (fodera) sul davanti; ripiegando il top e la fodera facendoli combaciare oppure orlando con un nastro decorativo o una striscia di stoffa dal colore intonato o in contrasto a quello del top.
Io ho usato il secondo, ripiegando la fodera sul davanti.
Ho appuntato tutto con gli spilli (gli angoli a 45 gradi)...

... e ho cucito il tutto con un sottopunto.
Il blocco con la finestra è finito.

La prissima settimana (ultimo step) sarà dedicata alla tenda e alla mantovana.

Buon divertimento.