template

domenica 28 febbraio 2010

Felt food: pasticcino con tutorial

Oggi mi sono dedicata, oltre a tutto il resto, a qualche altro pasticcino.
Con la digitale sottomano, ho fatto qualche foto nella speranza che possano essere utili a qualcuno per... buttarsi in "pasticceria".
Come prima cosa, ho fatto qualche pezzetto di frutta: servono sempre per guarnire torte e pasticcini.
Con dei pezzetti di feltro beige o bianco (quello un po più alto di 3 mm), ho tagliato le fette: possono servire per le mele, le pesche, aranci e limoni.
Con il pannolenci marrone ho fatto dei piccoli semini (per le mele) e con quello rosso e rosa, delle striscioline strette 3 mm e lunghe per la buccia.

Utilizzando la colla a caldo (ma si può tranquillamente usare quella trasparente tipo bostik) ho incollato la buccia rossa e i semini per le mele e quella rosa per le pesche.

Con lo stesso procedimento, usando delle striscioline gialle o arancioni, si fanno limoni e aranci; per gli spicchi, dei pezzetti a forma di goccia.

Sono poi passata al lampone. Sembra complicato, ma è davvero banale!
Seve un pezzetto di pannolenci rosso, da dove si ritaglia un cercio, ago, filo e un po di imbottitura. Il cerchio non serve che sia preciso: io li ho tagliati a mano, molto approssimati.

Con ago e filo, si fa una filza sul bordo del cerchio, si tira un po e si inserisce l'imbottitura chiudendo sul fondo senza tagliare il filo.

Praticamente va fatta una pallina!

A questo punto si comincia a formare le palline del lampone (con il pannolenci blu scuro o viola si possono fare le more nello stesso modo) entrando con l'ago dalla base ed uscendo dalla parte opposta, nel mezzo della nostra pallina.

Si rientra alla base uscendo nuovamente al vertice e si ripete per 4-5 volte, come a formare un micro-citrullo.

A questo punto si passa a cucire lateralmente: stesso procedimento ma in orizzontale entrando e uscendo con l'ago in prossimità del filo verticale.

Due file orizzontali dovrebbero bastare (per lamponi formato gigante, se ne possono fare anche 4 o 5).
Si ferma il filo alla base ed il lampone è finito.

Passiamo ora a fare la crostatina!
Occorre del pannolenci marroncino per la pasta, panna, bianco o giallo per la crema e l'imbottitura.
Si tagliano due cerchi, uno bianco e uno marroncino più una strisciolina sempre da quello marroncino.

Con il cerchio bianco, si forma una pallina (stesso procedimento usato per il lampone).

A questo punto, con la strisciolina di panno marrone, si decora la parte superiore della pallina, utilizzando la colla.

Prendiamo poi il cerchio marroncino e incolliamo la base della pallina nel centro del cerchio.

Con l'aiuto di qualche spillo, si fissano i bordi della crostata alla pallina, cucendoli poi con piccoli punti.

La crostatina è finita.

Per abbellirla un po', basta incollare qualche pezzetto di frutta, due foglioline di menta e il pasticcino è finito!

Questi sono gli altri che ho fatto.

Le foto, come mio solito, non sono il massimo!

Buon divertimento.

venerdì 26 febbraio 2010

Calendar quilt: 2^ tappa

Siamo arrivate alla 2^ tappa del calendar e questo è il mio febbraio.

Molti dei pezzetti di stoffa utilizzati, hanno una loro storia dietro e per questo, mi piace tanto!

Mi ricorda quanto ho letto sulla storia e l'origine del patchwork: molte donne impararono ad utilizzare le parti sane di tessuti ormai logori oppure gli scarti e i ritagli di stoffe pregiate provenienti dalla lavorazione delle ricche vesti nobiliari, per creare coperte e indumenti. Una forma d'arte che ha raggiunto livelli eccelsi.

Il mio quilt, non sarà certo all'altezza dei capolavori che ho visto tra le partecipanti del progetto, ma avrà la sua storia e tanti ricordi.

Ho già cominciato a lavorare al mese di marzo, diverso sia da gennaio che da febbraio: un tantino più ...pazzerello (sempre che mi riesca!)

mercoledì 24 febbraio 2010

La mia finestra sul mondo: 2^ tappa

Eccoci alla 2^ tappa del miniquilt: "La mia finestra sul mondo".
Questa settimana si dovrà pensare all'applique ed alla preparazione del sandwich per il trapunto.
Alla fine della prima tappa il risultato dovrebbe essere più o meno questo:

Queste sono le sagome che ho utilizzato io per l'appliquè (ho aggiunto anche un cagnolino).

Come prima cosa bisogna cercare un tessuto che contrasti con lo sfondo della finestra.
Io, avendo fatto una base scura ho scelto un panna per il micio e un bel giallo per la luna: tutto dipende da cosa c'è al di fuori della vostra finestra.
Procediamo con l'appliquè.
Il metodo più veloce e "comodo" è sicuramente quello che utilizza la freezer paper e, naturalmente, io ho usato quello.
Ma cos'è la freezer-paper??????? Andate a fare una visitina alla mitica OrkaLoca: ha trovato una fonte mooolto economica per recuperare la freezer paper anche in Italia senza dover spendere un occhio della testa, e qui, una carrellata dettagliatissima di foto sull'applicazione della suddetta paper.
Personalmente ho utilizzato quei nastrini che vendono al supermercato per fare l'orlo invisibile (che altro non è che la FP): l'ho trovata alta 5 cm e con due pezzetti messi uno accanto all'altro, ho risolto il problema.
Dunque, dopo aver stirato la carta sulla stoffa, ho fatto il disegno del gatto ed ho ritagliato la stoffa SENZA lasciare margini (con la FP il bordo non si sfilaccia); la stessa cosa per la luna.

Ho levato la carta (rimane lo strato di colla sulla stoffa), posizionato il micino alla finestra, una passata con il ferro caldo senza vapore e poi l'ho cucino a mano con un piccolo punto festone in tinta. Stessa cosa per la luna.

L'appliquè è terminato.
Passiamo ora alla preparazione del sandwich.
Ho tagliato un pezzo di imbottitura della stessa misura della finestra...
...ed ho cercato la stoffa per il back, il retro del mini-quilt, tagliandone un pezzo più grande di 6-7 cm.
Ho composto il sandwich (fodera con il diritto rivolto verso il basso, imbottitura e il top con il diritto rivolto verso l'alto), ho appuntato i tre strati con gli spilli e ho imbastito, evitando ogni spostamento dei singoli strati, procedendo dal centro verso l'esterno.

Fine. La prossima settimana...si trapunta!!!!

martedì 23 febbraio 2010

Felt food: chi vuole un pasticcino?

Sarà un lavoro moooolto divertente: ne voglio fare una trentina.
A cosa serviranno non lo posso dire (progetto top-secret).
Ho ancora diverso tempo a disposizione ma intanto ho iniziato.

Alla prossima "sfornata"!!!!!!

domenica 21 febbraio 2010

26 marzo: un anno di blog


Mi sono appena resa conto che tra poco più di un mese il mio blog compie un anno.
Era il 26 marzo 2009 quando, tra mille dubbi e perplessità, ho dato vita al blog.
Siete state in tante a visitarmi e per questo, vi ringrazio tutte.
Il contatore segna 16.989 (ho appena controllato): chissà se per il 26 di marzo riuscirò ad arrivare a 20.000!?!?!
Per festeggiare con tutte voi il primo compliblog, apro le iscrizioni per un nuovo Candy che scadrà la mezzanotte del 26 marzo.
Per partecipare, basta lasciare un commento a questo post e, se volete, linkarmi nel vostro.
Ho già una mezza idea di cosa preparerò ma...staremo a vedere.
Appena sarà pronto ve lo mostrerò!
Buona fortuna.

venerdì 19 febbraio 2010

Buste che partono e buste che arrivano

Sono rimasta un po indietro con gli aggiornamenti.
Dunque, mercoledì rientrando a casa ho trovato un avviso di raccomandata.
Boh!!!! Non aspettavo nulla.
Persa che ti ripensa mi sono venuti un sacco di dubbi: una multa? Uno scambio che mi sono dimenticata (con conseguente NON spedizione da parte mia)?
Giovedì pomeriggio, dopo essere stata a scuola a ritirare le pagelle (niente male) delle piccine, essere passata in lavanderia e a fare la spesa, mi sono fermata in posta a ritirare la busta.

Niente multa: era una bustona gialla da parte di Anna.
Una sorpresa inaspettata, di quelle che ti fanno bene dentro.
Sei stata carinissima Anna: grazie di tutto cuore.
Quardate cosa mi ha mandato! Ed ha pensato anche alle mie principesse: Cri si è già impadronita di un paio di orecchini (oltre ai cioccolatini spariti subito) e Sere ha deciso che vuole farsi il buco per poterli indossare anche lei.
Grazie anche da parte loro!!!!!!

Cambiando discorso, vi mostro un paio di ciabattone che ho fatto per Elena, vincitrice di un piccolo concorsino fatto nel forum delle TC.

E questi sono i buonissimi e utili pensieri che ho ricevuto da Marina nello Swap etciùùùù (ossia del raffreddore) del forum Follie a punto croce...

...mentre questo è quello che ho fatto e mandato io a Sarah per lo stesso Swap.

Ultimo, ma non meno importante, un pensierino per un nuovo cucciolotto nato da poco: Leonardo.

Fine aggiornamento (per ora)!

lunedì 15 febbraio 2010

La mia finestra sul mondo: 1^ tappa

Ecco, come promesso e con un giorno di anticipo (domani non avrei avuto il tempo di preparare il post), la prima tappa della finestrella sul mondo.
Il primo passo da fare è decidere cosa si vuole vedere al di là della finestra, fare uno schizzo su un foglio (con le dimensioni dei vari pezzi) e scegliere la stoffa.

Io ho scelto la finestra in stile inglese (quella con l'intelaiatura a quadretti) e la notte al di là del vetro: è il momento più tranquillo della mia giornata ed era più semplice da fare.
Le esperte possono rappresentare paesaggi, animali, prati fioriti, le colline, il mare ecc... io non sono ancora in grado di farlo (per questo tipo di paesaggi, forse, è più indicato il "vetro" tutto libero).

Questo è il mio schizzo iniziale e con i pezzi un po' scostati tra loro con le varie misure in cm.
NON sono compresi i margini di cucitura, quindi, al momento del taglio delle stoffe, ricordarsi di aumentare di 1,5 cm ogni misura. E' importante la precisione!!!!


Come prima cosa ho tagliato i pezzi di tutto il telaio della finestra e il cielo.
Per le prime 4 finestrelle, ho tagliato un pezzo unico di cielo e telaio, l'ho cucito e, solo successivamente l'ho tagliato a misura (pezzo lungo a sinistra).

A questo punto ho cucito le sei finestrelle e il telaio.



Finita la finestra, ho attaccato il davanzale ed il muro (la foto è sotto-sopra, sorry).


La prima tappa è terminata.
La spiegazione non è un granchè ma dalle fotografia si dovrebbe capire abbastanza bene. Per ogni cosa, io sono qui!

Tra una settimana, la 2^ tappa. Buon divertimento.