template

giovedì 30 aprile 2009

Spillini handmade

Non è facile trovare degli spilli carini nelle mercerie della mia città e così, armata di qualche perlina, colla molto forte e semplici spilli con e senza capocchia, ho provato a crearmeli da sola. Il risultato non è un granchè e probabilmente non sono neppure molto comodi da usare ma fanno bella mostra sui puntaspilli.


RR Strofy delle cuocone

Questa sera ho finito l'ultimo ricamo di questo bellissimo RR iniziato a dicembre dell'anno scorso.
Con me, in questa avventura crocettosa, ci sono Alessia, Arianna e Giuliana ed ognuna di noi ha scelto un differente tema per il proprio strofy.

Per Alessia, quattro simpaticissime farfalle e l'ultima crocetta l'ho messa poche ore fa.

Dello strofinaccio di Alessia vi posso mostrare tutto l'insieme (visto che è in mano mia).

Ci sono delle belle sfumature di colore che le fanno sembrare proprio dipinte!

Nella tappa precedente, ho ricamato i girasoli di Arianna: lo schema l'ha dovuto un po modificare per farlo rientrare nella banda di tela ricamabile e per dare ai fiore una continuità che nell'originale non c'era. Devo dire che il lavoro di "ritocco" le è venuto davvero bene.

E questo è lo strofinaccio con prima e seconda tappa. In questo caso, Arianna non ha ricamato per prima la sua tela: non entrandoci una quarta coppia di girasoli, lei ha preparato lo strofy e modificato lo schema...a noi ha lasciato tutte le crocette.

La prima tela che ho ricevuto è stata quella di Giuliana che ha scelto "tazze" come tema del suo strofinaccio e che ha lasciato carta bianca a noi altre. Questa è la tazzona che ho scelto per lei...

...e lo strofinaccio nell'insieme: le sue due tazze e la mia.

Ed ecco per ultimo quello che io ho ricamato sulla mia tela

Il tema che ho scelto, moooooooolto originale, è cuocone al lavoro ed ecco le due topoline alle prese con una bella tazza di te! Quando il mio strofy tornerà a casa vi mostrerò anche il resto.

martedì 28 aprile 2009

Smacchia la macchia (A-B)

Ma come fanno i bambini a macchiarsi sempre, ovunque e con qualsiasi cosa???? Mistero!

Ultimamente ho riscoperto un piccolo manuale “smacchia la macchia” trovato per caso dentro un quaderno di cucina della mia mamma, pubblicato nel 1988. Un po’ vecchiotto, è vero, ma tanto le macchie non sanno leggere!
Inaguro così una nuova sezione del mio blogghino con i consigli e le cose utili da sapere.

  • ACETO
    Su cotone, lana, seta: acqua fredda con qualche goccia di ammoniaca; sciacquare con acqua fredda.
  • ACQUA DI COLONIA, PROFUMO
    Su cotone e lana: strofinare leggermente con un batuffolo di cotone imbevuto d’acqua con qualche goccia d’acqua ossigenata a 12 volumi; quindi lavare in acqua fredda con qualche goccia d’aceto.
  • ACQUA, ACQUA PIOVANA
    Su lana e seta: far evaporare la macchia stirando con un panno umdo.
    Su velluto: evaporare stirando da rovescio con un panno umido.
    Su pelliccia: spazzolare tutto il capo con spazzola umida.
    Su pelle in genere: tenere il capo sopra una pentola d’acqua bollente in modo che riceva il vapore; oppure inumidirlo tutti con un tampone imbevuto d’acqua e ben strizzato.
    Su cuoio d’arredamento: lucidare con pelle di montone.
    Su tessuti d’arredamento: asciugare subito, quindi sfregare con acqua e aceto (su raso e seta) o acqua e ammoniaca ( su velluto, lino, canapa); sulle fibre sintetiche invece l’acqua non lascia macchia.
    Su tappeti di lana: sfregare con acqu calda, poi asciugare e spazzolare.
    Su legno lucidato a cera: sfregare con un turacciolo di sughero, sfregare con carta vetrata fine, quindi ridare la cera.
    Su legno verniciato o laccato: basta asciugare.
    Su lineleum: segatura umida, quindi ridare la cera.
  • ASFALTO
    Su cotone, lana e seta: affrontare la macchia la più presto, prima che si indurisca. Posare il capo su un panno assorbente e versarvi sopra benzina finchè l’asfalto si scioglie e filtra al di sotto.
    Su legno: raschiare leggermente con carta vetrata, poi ridare la cera o strofinare con panno imbevuto di olio di lino.
  • BIRRA
    Su cotone:
    lavare l’indumento in acqua tiepida e detersivo.
    Su lana: tamponare da rovescio con alcol, quindi bagnare con acqua tiepida; coprire non talco e spazzolare quando è asciutto.
    Su seta: acqua e alcol. Se il capo è delicato, è però più prudente affidarlo alla tintoria.
    Su tessuti d’arredamento: passare con acqua tiepida. Asciugare subito.
  • BRODO
    Su cotone, lana, seta:
    lavare con acqua tiepida e detersivo delicato.
  • BRUCIATURE (giallo del ferro da stiro)
    Su cotone e lana:
    acqua fredda con qualche goccia di ammoniaca e di acqua ossigenata a 12 vol.
    Su seta: succo di limone e sale fino; quindi sciacquare con acqua tiepida.
  • BURRO
    Su cotone, lana e seta: assorbire l’unto con carta velina e cospargere di talco, quindi spazzolare. Se la macchia persiste, usare benzina.

lunedì 27 aprile 2009

Sembra sia una divertente descrizione della realtà che gira nella rete: io l'ho copiata dal forum “Follie a punto croce”

HCSA (Husbands of Cross Stitchers Association)
YOU’RE NOT A REAL CROSS-STITCHER’S HUSBAND UNLESS:
- You eat frozen dinners more than twice a week.
- You wear bits of floss to work.
- You make regular payments to your local cross-stitch store.
- You know the terms: French knot; floss; trolly strip; scroll - as related to stitching.
- You’ve found a lost needle in your sofa.
- Your shirts are squeezed into the closet to make room for one more box of projects.
- All of your vacations require a detour to the “best” cross-stitch shop in the country.
- Your new car has been described as DMC color # 932.
- The last words you hear at night are “Just one more stitch!”

ASSOCIAZIONE MARITI DI CROCETTINE
NON SIETE REALMENTE MARITI DI CROCETTINE SE NON:
- Mangiate più due volte alla settimana i pranzi congelati
- Indossate pezzi di filo al lavoro
- Effettuate regolarmente pagamenti al “vostro” negozio di punto croce
- Conoscete le parole: punto nodo, matassine, bobine, “trolly strip”, realative al punto croce
- Avete trovato un ago che si era perso nel divano
- Le vostre camice sono compresse nell’armadio per far spazio ad una nuova scatola di progetti
- Tutte le vostre vacanze hanno una deviazione al miglior negozio di punto croce del paese
- La vostra nuova macchina è stata descritta come il color 932 DMC
- Le ultime parole che sentite prima di andare a letto sono ” giusto un’altra crocetta “.

giovedì 23 aprile 2009

Mini incontro

E' già passata quasi una settimana e ancora non lo avevo fatto: grazie Carlotta.

Domenica scorsa, 19 aprile, la mitica Carlotta ha aperto i battenti di casa sua ad un mini gruppo delle Toscane Creative...ops...Toscane e toscano creativi.

L'idea iniziale era quella di stare tutti all'aperto a ricamare sotto uno splendido leccio ma, visto il tempo, abbiamo invaso casa.

Oltre a tante chiacchere, risate e merenda di rito, abbiamo tutti preso ago e filo e crocettato in compagnia.
Io mi sono portata questo wip

che diventerà un piccolo quadro per le nozze di mio cognato (e se non mi sbrigo mi toccherà consegnarlo al ritorno dal viaggio di nozze).
Il risultato finale dovrebbe essere all'incirca questo

non metterò i nomi degli sposi ma solo la data (se non cambierò idea a crocette ultimate).

lunedì 20 aprile 2009

Scambio creativo

...concluso e con abbinata segreta svelata, vi posso mostrare cosa ho ricevuto per lo scambio SPRING SCISSOR KEEPERS - trovaforbici primaverile, organizzato nel forum Follie a punto croce.
Ecco cosa ha creato per me super Daniela-Ananas: i bottoncini in fimo sono perfetti, il fiore già pieno di spilli ed il trovaforbici...è semplicemente delizioso e molto fine! GRAZIE di tutto cuore Dany!

Questo, invece, è quello che ho fatto io per la dolcissima Giada-Moonsweet.

E' stato bello e divertente! Grazie ancora e...al prossimo scambio.

sabato 18 aprile 2009

Scrivi con un fiore

Stamani mi sono armata di macchina fotografica ed ho fatto qualche altro fiore!

Materiale: pannolenci, colla, nastro verde e 1 penna bic (quando l’inchiostro è finito, sfilando solo la punta si può “ricaricare”)


Step 1: Formare il pistillo. Io mi sono aiutata con uno spiedino. Non mettere la colla negli ultimi millimetri di stoffa che si dovrà un pò allargare per far passare la penna.

Mettere un po di colla dentro il pistillo ed inserirvi la penna.




Step 3: Mettere la colla alla base del petalo (a T rovesciata), appoggiarvi la penna, avendo cura di mettere il punto incollato del pistillo dietro, e chiudere il petalo su se stesso, eventualmente con un altro punto di colla alla base.




Step 4:Iniziamo a foderare la penna con il nastrino.
Passare la colla stick poco per volta iniziando dalla punta; rigirate il nastro e procedere a spirale, sovrapponendolo un po ad ogni passata.




Step 5: A metà percorso, mettere una bella fogliolina(con un punto di colla) e passarvi sopra il nastrino per nasconderela base della foglia.


Step 6:Fermare il nastro nella parte posteriore del fiore con un punto di colla.



E la nostra penna fiorita è pronta!!!




...altra variante

venerdì 17 aprile 2009

Porta metro

Ieri sera, girellando tra i vari blog ho trovato un porta metro a forma di dolcetto (Betz White, secondo me, è un vero mito!).

Potevo mai non provare???
Così, stasera, in un'oretta di pausa, ho provato: è venuto un pochino storto e non è certo all'altezza di quelli di Betz, ma con un pò di pratica si può migliorare.

lunedì 13 aprile 2009

Calle

Questa mattina, in crisi di astinenza creativa, mi sono rifugiata nella mia stanzetta ed ho provato a fare una calla!


Il risultato non mi ha convinto per niente: ho usato un legnetto da spiedini come gambo, mentre ci voleva qualcosa di più flessibile per poi farne una specie di composizione floreale.


Prendo carta e penna per appuntare un paio di idee e...si è accesa una lampadina (niente di chè, quindi forse è meglio dire che si è acceso un lumino).


Ecco cosa o fatto!



Penso proprio che queste penne le invierò per un piccolo progetto di beneficenza organizzato nel forum Follie a punto croce.

venerdì 10 aprile 2009

Regalino di nozze

Visto e considerato che gli sposi hanno ricevuto, vi mostro cosa ho preparato per un'amica che tra pochi giorni salirà all'altare.




Uno svuotatasche realizzato con la tecnica del cartonaggio. Ho cercato di abbellire un pò la base con qualche crocetta anche se non risalta molto.





E questo è un portafazzoletti, di quelli "box": qualche cucitura, un po di imbottitura e qualche goccia di colla!

Tantissimi auguri agli sposi: continuate a percorrere insieme questo meraviglioso percorso che è la vita, uniti dal vostro amore.

giovedì 9 aprile 2009

Meringhe o riccioli di panna

E' molto più facile di quel che sembra!

Di modelli per creare le meringhe ce ne sono molti: non li ho provati tutti, ma questo mi sembra il più realistico.

Golosità...calorie zero!

Qualcosa è già stato ricevuto, qualcos'altro è ancora una sorpresa!

Di sicuro, queste sono golosità adatte a chiunque... e non fanno oscillare neppure di un grammo l'ago della bilancia.



E' finita la crema per le mani? Non buttate la scatolina ma abbellitela con un pò di pannolenci e qualche perlina.

Io l'ho usata per "incartare" un regalino di compleanno.







Che ne dite di una tazza di cappuccino con una fettina di torta?

Oppure preferite una super coppa di gelato alla panna con fragolina tuffata nel cioccolato?

Non possono certo mancare delle buone caramelle alla frutta!

Devo comunque precisare che non sono idee mie: tutte queste cose sono state scopiazzate girellando per la rete. Basta una fotografia!


mercoledì 8 aprile 2009

...

Non riesco proprio a non pensarci!!!!!!!!
Ho un'angoscia dentro che non mi abbandona...tristezza, rabbia, senso infinito di impotenza.

Non riesco neppure lontanamente ad immaginare lo stato d'animo, la disperazione, il nulla completo che è calato su migliaia di persone...ed ogni volta che leggo un nuovo aggiornamento...quelle maledette cifre aumentano inesorabilmente!!

Lunedì, 6 aprile 2009, è calato il buio...buio pesto!

lunedì 6 aprile 2009

Le Toscane Creative si incontrano

Ieri, domenica 5 aprile, le mitiche TC si sono incontrate grazie alla super-ospitalità di Gabriella che ci ha aperto la porta di casa sua. L'incontro bimestrale delle TC si è pertanto svolto nel cuore di Firenze invece che all'outlet di Scandicci. Che bello rivedere tante amiche di persona!!!!!

Per la consueta pesca di fine giornata ho preparato un piccolo "bauletto" porta cuscinetto per aghi e spilli che è poi toccato a Rachele.

A me è toccata invece una tenerissima gallinella con i suoi pulcini, fatti proprio dalla padrona di casa Gabriella, e tanti tanti ovetti di cioccolata.

Ho poi approfittato dell'incontro per consegnare a mano il BFC per Vania e Silvia che apriranno il giorno del loro compleanno e che, pertanto, non posso mostrarvi.

Grazie ancora a Gabriella e a tutte le Toscane Creative per la bellissima giornata piena di chiacchere, risate e ...qualche crocetta.

venerdì 3 aprile 2009

RR Monocolore: le irriducibili

Poche ore fa, ho rititato la mia busta gialla dalla posta.

Che sensazione strana rivedere la mia tela dopo tanto tempo e che spettacolo!!!!


Organizato nel forum Follie a punto croce, è stato il mio 2° RR giunto al termine.


Grazie grazie grazie di tutto cuore alle mie compagne d'avventura che hanno saputo trasformare un'anonima tela in un tripudio di cuori: Anna Paola, Elisa, Simona e Tiziana.



Profumi e sensazioni

Avete mai la sensazione che tutto sia cambiato, da un momento all'altro, solo sentendo un particolare profumo?


Oggi, di ritorno dal lavoro: un bel sole, cielo limpido, 19°C, finestrini dell'auto aperti...e all'improvviso il profumo dei prati appena tagliati.


Ho avuto la netta sensazione di essere finalmente uscita dal grigiume dell'inverno!

"E' già primavera!!" direte voi. Sì, ma ancora io non l'avevo percepita!!!

Un'altro "odore" che mi fa lo stesso effetto è quello che si sente dopo i temporali estivi: è un pò particolare e a molte persone non piace. Io, invece, lo associo all'estate.

Sono piccole ma piacevoli sensazioni che bloccano per pochi istanti la frenesia quotidiana.

mercoledì 1 aprile 2009

Seggiolina puntaspilli: il tutorial

Visto e considerato che questo tutorial è già pronto, ecco a voi la seggiolina che ho creato qualche tempo fa.

Come primo passo, bisogna decidere che forma dare alla nostra poltroncina.
Io ho stondato un pò lo schienale e i montanti laterali, ma si possono lasciare anche squadrati, tutti tondi, a onda.
L'unico cosa, è ricordare che vanno ricoperti di stoffa ed una forma troppo ondulata crea qualche difficoltà in più in fase di montaggio.



Riportare su cartoncino leggero (va benissimo quello delle merendine o della pasta in scatola) una sagoma A, due C e una B.
La stessa cosa si fa su un foglio di polistirolo o su un cartone spesso e si ritagliano le sagome.




Scegliere dei ritagli di stoffa in tinta, non troppo pesante (deve fare meno spessore possibile) ed iniziare ad incollare le sagome.
Se si è scelto il foglio di polistirolo, accertarsi che la colla non sia corrosiva. Io ho usato quella in stick.
Sulla stoffa a tinta unita, incolliamo A2, B2, e tutte le C.
Attenzione: incollare le C nel giusto verso per poi ottenere C1 contro C2 e C3 contro C4.

Ritagliare la stoffa lasciando un margine di circa 1/1,5 cm e spuntare appena tutti gli angoli.



Incollare per primi gli angoli spuntati e procedere poi con i lati.





Mettere delle mollettine, soprattutto sugli angoli, aiuta ad appiattire un po la stoffa.
Bastano pochi minuti, altrimenti rimane l'impronta.


Quando si incollano le parti stondate, ricordarsi di fare dei taglietti lungo il perimetro, senza arrivare, però, al cartone o al polistirolo.
Con i taglietti, si eliminano le grinze che, altrimenti, sarebbero inevitabili.
La stoffa si sovrappone leggermente e fa meno spessore!



6 delle 8 sagome sono pronte.


A questo punto, incollare tre se le C: C1 con C2 e C3 con C4.
Un bel librone sopra per qualche minuto ed i montanti laterali sono a posto!!


Ritagliare due pezzi di imbottitura (quella a fogli): uno quadrato per la seduta (B1) ed un pezzo per lo schienale (circa metà lunghezza totale di A1) ed incollare l'imbottitura alla propria base.



Incollare la stoffa fantasia, iniziando dalla parte inferiore senza imbottitura, rigirare la sagome e procedere come per i montanti (prima gli angoli, poi i lati ed infine la parte stondata con i taglietti).
Fare la stessa cosa per la seduta.
Io ho utilizzato dei ricamini per la seduta, ma può essere fatto con la stoffa fantasia.



Il fronte dello schienale e la seduta sono pronti.


Incollare tra se B1 e B2...



...e A1 con A2.


Trovare un nastrino in tinta e rifinire tutti i pezzi, coprendo i punti di contatto.



E' tutto pronto per l'assemblaggio finale.

Incollare la seduta allo schienale, dove finisce l'imbottitura.
Per questi ultimi passi ho usato una colla un po più forte (ma corrosiva per il polistirolo): se anche si avvalla un pò, non si dovrebbe vedere!


Subito dopo incollare i due montanti laterali, mettendo la colla nei punti di contatto tra schienale e laterale, e tra seduta e montante.

Facendo gli ultimi due passi quasi contemporaneamente, si aiuta la seduta a rimanere al suo posto.


Come ultimo tocco, fare un fiocchino con lo stesso nastro e incollarlo allo schienale.



...ED IL GIOCO E' FATTO!